Home >> Economics,News >> Iva: servono 7 miliardi per scongiurarne l’aumento al 25%
Iva: servono 7 miliardi per scongiurarne l’aumento al 25%

 

Pressione fiscale. Il governo è in fermento per studiare le misure di riduzione. I tecnici del ministero dell’economia stanno lavorando alacremente per raggiungere il risultato. Il 10 aprile il documento deve essere pronto e dovrebbe avere delle sostanziali novità. Il documento di economia e finanza (Def), potrebbe prevedere una rimodulazione dell’Iva, un rafforzamento della spending review, un rafforzamento del bonus da 80 euro, ed un taglio al cuneo fiscale. In Europa ci osservano e quindi il Def che sta nascendo è sotto la lente di ingrandimento di molti analisti.

Spending review, 80 euro e aumento dell’Iva? Forse!

Il cuneo fiscale è al centro del prossimo Def. Si parla di 1-1,5 miliardi di riduzione che interesserà imprese e lavoratori. Si pensa ad abbassare di cinque punti i contributi previdenziali dei lavoratori. Tuttavia però dovranno arrivare maggiori entrate dalla spending review dei ministeri e dalla lotta all’evasione dell’Iva.

Sul tema del taglio del cuneo fiscale (ovvero la differenza tra il salario lordo e netto versato al dipendente), ritornano gli 80 euro di bonus. Si stanno studiando delle formule per evitare che si debbano rimborsare dopo la dichiarazione dell’anno successivo. Tanto più che quest’anno si rinnoveranno i contratti degli statali.

Nota stonata di tutto lo studio del Ministero dell’Economia riguarda l’aggiustamento promesso per il prossimo anno. Se non si trovassero altre coperture l’Iva agevolata salirebbe dal 10 al 13 per cento e quella ordinaria dal 22 al 25 per cento. Tuttavia è un tema ancora in itinere che comunque sta scuotendo, e non poco, gli animi all’interno della maggioranza. Si deve lavorare sul taglio della spesa per poter scongiurare questo aumento. Impresa non facile.  Anche se la nuova policy previsto nella riforma del Bilancio, ha una valenza maggiore sul tema del rispetto del budget. Vincolare i ministeri dovrebbe essere più semplice.  Tuttavia servono dai 5 ai 7 miliardi per scongiurare l’aumento dell’Iva. Non è semplice soprattutto perché si vogliono garantire i bonus sul lavoro e sulla casa. Tra l’altro, il nuovo Jobs Act inoltre prevede delle agevolazioni che vanno finanziate.

Il tempo stringe. Il 10 aprile è già arrivato!

the author

Management Control, Finance and WCM Cost Deployment Pillar Leader. I like writing about current issues.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top